1. Dimostrare sempre educazione rispetto, cortesia e cordialità nei confronti del Maestro, dei compagni di allenamento, e degli ospiti dell'Accademia.

2. Durante la lezione mantenere il silenzio e non discutere mai le disposizioni impartite dal Maestro o da chi è stato incaricato di impartire la lezione.

3. Quando vi rivolgete al Maestro cintura nera, evitate di chiamarlo per nome, ma usate l'appellativo "Maestro".

4. Chiedere il permesso all'insegnante di salire sul tatami, o di allontanarsene prima della fine della lezione. Una volta saliti sul tatami stringere la mano all'insegnante e successivamente a tutti gli altri compagni di allenamento. Non camminare mai scalzi fuori dal tatami, e non salite mai con le scarpe sul tatami.

5. Arrivate puntuali a lezione. Arrivare spesso in ritardo comporta il divieto di partecipazione alla stessa.

6. Curate la vostra igiene personale, come forma di rispetto per voi stessi e per i compagni. Le unghie devono essere tagliate corte, per gli uomini i capelli devono essere corti, mentre per le donne devono essere raccolti con supporti non in metallo. Sono proibite tinte e/o smalti in grado di macchiare le uniformi o il tatami.

7. Mantenete il kimono pulito ed in buone condizioni . Il colore del kimono deve essere per intero bianco, blu, o nero. La divisa da no gi deve essere costituita da una rash guard del colore della propria cintura e da un pantaloncino tecnico di colore prevalentemente nero. Sul kimono, pantaloncini, e magliette da allenamento possono essere applicati il logo della Scuola, la bandiera italiana ed eventuali sponsor individuali o societari. E' fatto divieto di indossare in palestra o in gara indumenti recanti qualsiasi simbolo di natura politicae/o religiosa. Allacciate la cintura ed i pantaloni del gi in disordine rivolgendovi verso l'esterno del tatami.  In  occasione di raduni o seminari con Maestri ospiti il kimono deve essere di colore bianco.

8. Durante le spiegazioni e le pause tra una lotta e l'altra, sedetevi sul tatami sempre in modo composto, lungo il bordo della sala, con schiena alla parete e gambe raccolte.

9. Durante l'allenamento, se non siete cintura nera non invitate mai una cintura nera a lottare. Se venite invitati a lottare da una cintura di grado più elevato non rifutatevi di lottare.

10. Non commentare mai l'esito delle lotte svolte in palestra.

11. Non entrare in un'altra Accademia di Jiu Jitsu Brasiliano e non iscriversi ad un seminario o ad una competizione senza previa autorizzazione da parte dell'istruttore responsabile. In entrambi i casi comportatevi sempre con la massima educazione, ricordando di essere rappresentanti dell'Accademia.

12. Durante la lezione spegnete ogni dispositivo elettronico che possa disturbare la lezione stessa.

13. Al momento dell'iscrizione ad un nostro corso, iscriversi on line alla nostra associazione fornendo un certificato medico sportivo se agonisti, o di sana e robusta costituzione se non agonisti.

14. Rispettate puntualmente il pagamento della quota di partecipazione alle lezioni.

15. Evitate in ogni modo di essere coinvolti in discussioni o polemiche riferite ad altri accademie. Pensate ad allenarvi ed a contribuire al miglioramento della vostra accademia, non alle chiacchiere da Bar.

16. La Tribe Jiu Jitsu si riserva il diritto di ammissione e permanenza dentro l'Accademia.

IL LUOGO PER IL COMBATTIMENTO E' L'ACCADEMIA,, INSIEME A CHI CONDIVIDE IL VOSTRO STESSO INTERESSE.
USARE LA VOSTRA FORZA E TECNICA PER ALTRI FINI SE NON STRETTAMENTE NECESSARIO, E' SEGNO DI CODARDIA.
SIATENE CONSAPEVOLI E NON CONTRIBUITEA PREGIUDICARE LA VOSTRA IMMAGINE, QUELLA DELL'ARTE CHE PRATICATE, E QUELLA DELL'ACCADEMIA A CUI APPARTENETE. SIATE EDUCATI, DETERMINATI, ED UMILI. SEMPRE.